press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/16

GUERRILLA VERDI

#INCURSIONI URBANE

2020

Produzione Teatro Regio di Parma

      Festival Verdi

Ideazione Daniele Menghini, Pietro Utili

Rigoletto Guido Dazzini

Azucena Luana Grieco

Violetta Ester Ventura

Fisarmonica Paolo Camporesi

Violino Martina Motta

Costumi Paola Mammolini

Organizzazione Sara Giorla

In collaborazione con Associazione Culturale L’Eretico Booking

La città diventa un palcoscenico a cielo aperto in cui diverse identità della società contemporanea prendono vita in differenti contesti urbani, attraverso le arie di alcuni dei più emblematici protagonisti verdiani della Trilogia Popolare.

Un Rigoletto contemporaneo ridotto a chiedere l’elemosina alla stazione, una Violetta di oggi che aspetta un volo che la porti verso una vita migliore, o una moderna Azucèna, eterna esule costretta a migrare di città in città, cercando il suo posto in un mondo che spesso la disconosce. Personaggi “nuovi”, spesso emarginati, diversi, incompresi, oppure idealizzati, stereotipati, sempre secondo convenzioni sociali ben definite.

Un’azione artistica che agisce sul tessuto urbano con lo specifico intento di “logorare” il nemico numero uno della società odierna: il pregiudizio. Indurre una riflessione attiva sull’importanza e la bellezza della diversità, come quel valore fondamentale della contemporaneità che va accolto, protetto e nutrito.

Guerrilla Verdi è una performance urbana che, in un periodo di distanziamento sociale forzato, vuole abbattere quelle distanze ben più abissali, che nascono dalla paura dell’altro, di ciò che è diverso da noi e che spesso preferiamo non considerare.

La straordinaria musica di Verdi può infrangere questa invisibilità ricostruendo un legame tra uomo e uomo, aprendo un dialogo proprio con i cittadini, con chi vive la città.

Daniele Menghini